Giornata Europea della Cultura Ebraica

La Giornata Europea della Cultura Ebraica è la manifestazione europea nata nel 2000 allo scopo di “aprire le porte” dei luoghi ebraici, per far conoscere le tradizioni e le usanze, le sinagoghe e i musei ebraici, il patrimonio storico, artistico e architettonico dell’ebraismo europeo.

In Italia la manifestazione ha una notevole risonanza, con oltre cinquantamila visitatori per ogni edizione, più di sessanta località coinvolte e centinaia di eventi che, la prima domenica di settembre, data scelta per la manifestazione, animano le piazze e le strade italiane.

Il pubblico, recandosi a convegni, spettacoli, concerti, mostre e rappresentazioni teatrali, percorrendo itinerari ebraici e assaggiando specialità kasher, assistendo a cerimonie e a momenti religiosi della tradizione ebraica, scopre il patrimonio culturale del “Popolo del Libro” sotto molteplici aspetti.
Lo scopo della Giornata è quello di venire incontro a una diffusa curiosità che esiste nei confronti dell’ebraismo, per abbattere il pregiudizio che talvolta ancora esiste, per favorire una cultura dello scambio, del dialogo, dell’accoglienza e del rispetto per ogni diversità. Una giornata di festa capace di coniugare cultura e svago, per mostrare il volto vivo e vitale del mondo ebraico.

La Giornata Europea della Cultura Ebraica, alla quale partecipano ogni anno circa trenta Paesi europei, è coordinata dall’AEPJ – European Association for the Preservation and Promotion of Jewish Culture and Heritage, ed è sostenuta e coordinata in Italia dal Dipartimento Informazione e Relazioni Esterne dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.

L’Ucei funge da supporto e da punto di riferimento per le Comunità ebraiche e gli enti, le associazioni e i Comuni che organizzano gli eventi sul territorio, organizzando inoltre appuntamenti periodici con i referenti di ogni località al fine di coordinare le iniziative e scambiare informazioni, saperi e “feedback”. Inoltre l’Ucei produce e distribuisce a tutte le località il materiale stampato utile per pubblicizzare e organizzare l’evento ed effettua la campagna di comunicazione a livello nazionale. Cura anche il sito internet dell’iniziativa, www.ucei.it/giornatadellacultura, diverso per ogni edizione, nel quale sono inserite tutte le informazioni utili a chi voglia partecipare alla manifestazione.

La manifestazione gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, del Ministro per le Politiche Europee e dell'ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani. 

Di seguito, alcuni dati sulle passate edizioni:

DATA

CITTA’
CAPOFILA

VISITATORI

TEMA

NUMERO
LOCALITA’

giugno 2000

Firenze

n.p.

Senza tema specifico

n.p

2 set. 2001

Bologna

n.p.

Senza tema specifico

35

 

16 giu. 2002

Torino

30.000

Il calendario- le ricorrenze

46

 

7 set. 2003

Verona

26.000

Arte nell'ebraismo

47

 

5 set. 2004

Pisa

37.000

Ebraismo e educazione

45

4 set.2005

Ancona

47.000

Saperi e sapori

44

 

3 set. 2006

Modena

42.400

Stradefacendo-Itinerari ebraici

55

2 set. 2007

Trieste

50.000

Sentieri e parole- Testimonianze

53

7 set. 2008

Milano/Mantova

48.000

Musica e parole

58

6 set. 2009

Trani

62.000

Feste ebraiche e tradizioni

59

5 set. 2010

Livorno

50.000

Arte ed ebraismo

62

6 set. 2011

Siena

50.000

Dal Talmud a internet

62

2 set. 2012 Venezia 50.000 L'umorismo ebraico 64
29 set. 2013 Napoli 50.000 Ebraismo e natura 71